L’attrice ha recitato in alcune scene intime senza troppi problemi perché il suo partner maschile era più spogliato di lei.
Non c’è dubbio: a Lily James, 27 anni, fulva e impetuosa figlia e nipote d’arte, piace recitare in abiti d’epoca. L’abbiamo vista nei panni di Lady Rose in Downton Abbey, Cenerentola, Nataša Rostova in Guerra e Pace, Giulietta nella tragedia shakespeariana diretta da Kenneth Branagh (nei cinema il 29 e 30 novembre). E ancora Mieke, spia olandese che si finge cameriera nella casa in cui l’imperatore Guglielmo II di Germania vive in esilio.
“Sono personaggi giovani e innamorati dell’amore, lo vivono in modo totalizzante. E pensare che non avevo mai letto ‘Guerra e pace’ prima di girarlo… Ma poi me lo sono bevuto! La lettura è la mia passione sin da bambina” racconta nell’intervista a “IO donna” di questa settimana.
E ora nel suo ultimo film The Exception diventa una spia: “Di questo ruolo mi ha intrigato il fatto che fosse distante da Cenerentola, così buona e solare. Mieke è sospettosa, consumata dalla rabbia. Poi cede all’amore e ci sono anche diverse scene di sesso…”.
Sul set questa volta si è anche dovuta spogliare: “Be’, Jay Courtney (il suo partner nel film, ndr) è più nudo di me, per una volta finalmente c’è parità! Il primo giorno di riprese gli ho detto: dai, fammi vedere che cosa hai sotto i vestiti. Non ho avuto problemi, benché non sappia quanto durerà tanta disinvoltura”.


Alberto Guardabasso

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •