Sanremo

Otto giovani artisti hanno composto la categoria delle “Nuove Proposte” del Festival di Sanremo: Elena Faggi, Dellai, Gaudiano, Folcast, Greta Zuccoli, Davide Shorty, Wrongonyou e Avincola. Elena Faggi  e Dellai sono stati selezionati dalla Commissione Musicale di Area Sanremo, i restanti hanno superato  la Finale di Sanremo Giovani. Gli otto cantanti si sono esibiti durante la prima e la seconda serata del Festival, sono 4 quelli che accedono alla finale del 5 marzo: Gaudiano con il brano “Polvere da Sparo“, Folcast con “Scopriti”, Davide Shorty con “Retina”, Wrongonyou con “Lezioni di volo”.

Luca Gaudiano è nato a Foggia il 3 dicembre 1991. Il titolo della sua canzone è “Polvere da sparo”, affronta un tema molto delicato ossia quello della perdita di una persona cara. In particolar modo parla dell’elaborazione del lutto, il dolore che si prova guardandosi allo specchio, e rendersi conto di assomigliare sempre di più, alla persona che ti ha donato la vita ma che ormai è morta. Molto autobiografica questa canzone, Gaudiano ha perso il padre per un tumore al cervello.

Folcast il cui pseudonimo è Daniele Folcarelli, è nato Roma il 4 ottobre 1992, è un cantautore italiano. La sua canzone “Scopriti” parla della solitudine, ma nello stesso tempo incita ad imparare a conoscere se stessi, mostrando agli altri la propria vera identità.

Davide Shorty il cui vero nome è Davide Sciortino presenta “Regina”. È un cantautore, rapper e producer di Palermo, con la voce soul, jazz e rap. Il a sua volta non è sconosciuto al mondo televisivo, ha partecipato all’edizione 2015 di X Factor Italia. Protagonisti del suo brano una ragazza ed un ragazzo. Lei è cresciuta senza la guida dei genitori, unico punto di riferimento è il suo ragazzo.

Wrongonyou il cui nome è Marco Zitelli, è nato nel 1990, è musicista romano. Ecco cosa dice a riguardo della sua canzone:

“Parla di un volo che ti porta dove non si ha paura di essere se stessa”

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •