Giovanni Conversano, il tronista più chiacchierato di tutti i tempi, è diventato papà del piccolo Enea. L’ex tronista e la compagna, Giada Pezzaioli, sono alle prese con l’arrivo del loro primogenito, e tra notti insonni, poppate, si ritagliano del tempo per programmare il loro matrimonio per coronare un sogno d’amore.


Giovanni sei diventato papà del
piccolo Enea. Che cosa provi dopo aver realizzato la sua nascita?

È un’emozione unica.Immensa.Descriverla con l’utilizzo di aggettivi è impossibile. Solo chi ha avuto la fortuna di diventare genitore, può sapere di
cosa parlo.

Con quanto desiderio tu e Giada avete atteso Enea?

Lo abbiamo cercato e fortemente voluto. Gesu’ ce lo ha donato subito.

Che cosa è cambiato in casa da quando è arrivato il piccolo?

È cambiata la nostra vita. E’ lui che detta tempi e ritmi. Una pallina di poco più di 3kg ha cambiato in meglio la nostra quotidianità. Ora c’è prima di tutto lui.

 

Che tipo di bambino è? Vi fa riposare la notte?

A dir la verità dorme tanto durante il giorno e poco la notte.I suoi vagiti rimbombano a tal punto da tenerci sempre vigili.Fa parte del ruolo del genitore.Va bene cosi.

Beve tanto latte?

Anche in questo siamo fortunati.Giada fatalmente ha tanto latte materno. Tant’e’ che talvolta ricorriamo al tiralatte.Ed Enea è soddisfatto.

In queste settimane dalla nascita ti è mai capitato di immaginarlo già fra qualche anno?

Ogni giorno lo vedo più grande, ma comunque lo vivo alla giornata. Con i figli è difficile fare programmi a lungo termine.

Ti piacerebbe giocasse a calcio?

Farà quello che più riterrà adeguato alle sue inclinazioni.Il mio sogno è quello di crescere una persona perbene, sana, con valori radicati.Il resto conta poco.

Se fra vent’anni ci fosse ancora Uomini e donne, consiglieresti ad Enea di seguire il tuo stesso percorso televisivo?

Certamente conoscerà la mia storia personale. Sara’ lui a decidere. Lo supportero’ sempre e comunque.

Aiuti la tua compagna, Giada Pezzaioli, nella gestione del ménage quotidiano?

La aiuto in tutto e per tutto.Non posso allattare.Altrimenti farei anche quello.

 

Quando ti sei fidanzato con Giada avresti mai pensato che sarebbe diventata la mamma dei tuoi figli?

Certamente. Sono stato sempre attratto all’intelligenza e dalla dignità delle donne.Ho avuto fin da subito la sensazione che Giada avesse tutte le caratteristiche per essere la madre dei miei figli.E così è stato!!

Adesso per coronare il vostro sogno d’amore mancherebbero solo i fiori d’arancio. A quando le nozze?
Ci piacerebbe sposarci subito come era già nelle nostre intenzioni. Le nozze erano state programmate per il 2018, ma con l’arrivo di Enea stiamo valutando se posticiparle o confermarle.

INTERVISTA a cura di Flavio Iacones pubblicata sulla rivista Mensile Tutto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •