Il fenomeno “Grande Fratello” ha inizio in Italia il 14 settembre 2000. Da allora sono andate in onda 11 edizioni (alcune anche a distanza di pochissimi mesi l’una dall’altra), per un totale di 1.166 giorni – che equivalgono a 27.984 ore, oppure 1.679.040 minuti, oppure 100.742.400 secondi – di diretta televisiva, 24h/24. Le puntate di prime time sono state 179, per un totale di 610 ore e circa 1.150.000.000 di telespettatori. Al timone del programma si sono susseguite tre conduttrici: Daria Bignardi, Barbara d’Urso e Alessia Marcuzzi, che detiene il record di sette (compresa quella in partenza) edizioni presentate.

Marco Liorni è stato l’inviato del programma dalla prima all’ottava edizione, mentre Alfonso Signorini è l’opinionista del reality dalla nona. In questi anni hanno sostenuto il provino circa 230.000 persone, ma solo 222, tra i 18 e i 62 anni, sono riuscite a diventare concorrenti. Tutte le 20 regioni d’Italia hanno avuto almeno un concorrente all’interno della Casa (il primato spetta al Lazio, con 38). Più di 30 i concorrenti stranieri. L’edizione più breve (GF5) è durata 71 giorni, quella più lunga (GF11) 183 giorni. La Casa è cresciuta con gli anni: dai 325 mq di GF1 ai quasi 2.000 mq (Arena e spazi tecnici compresi) di questa edizione.

 

Grande Fratello continua a essere un fenomeno anche nel resto del mondo, dove è andato in onda con successo in più di 100 paesi e dove si stima sia stato visto, dal 1999 ad oggi, da circa 3 miliardi di persone. Nel 2011, il programma ha debuttato in 3 nuovi paesi: Indonesia (11.04.11), Finlandia (30.08.11) e Ucraina (18.09.11). In estate, negli Stati Uniti è andata in onda la 13esima edizione (è il paese con più edizioni all’attivo) ottenendo, ancora una volta, un grande successo, mentre in Norvegia è partita la sesta. In Gran Bretagna, quest’anno, c’è stata una piccola rivoluzione riguardo Big Brother. Scaduto il contratto tra Endemol e Channel 4 dopo 11 edizioni, il format ha traslocato su Channel 5, che ha acquistato il format per i prossimi due anni. Nessuna crisi, dunque, per il capostipite di tutti i reality oltremanica (come invece avevano gridato in molti dopo la fine dell’undicesima edizione): la dodicesima edizione di Big Brother è partita il 9 settembre scorso, subito dopo l’ottava edizione di Celebrity Big Brother. Il successo si estende anche agli altri paesi che lo hanno trasmesso nel 2011: in Spagna la dodicesima edizione si è sempre aggiudicata la fascia d’ascolto in cui veniva trasmessa e in Germania l’undicesima edizione, alla luce del consenso registrato, è stata allungata di un mese.

 

In Israele gli ascolti sono in continua crescita (la finale della terza edizione, quest’anno, è stata vista dal 30% di persone in più rispetto alla finale del 2010), mentre in Brasile l’undicesima edizione ha totalizzato il numero record di 4 milioni di “Tweet” (sul celebre social network Twitter) e più di 2 miliardi di pagine viste sul sito ufficiale del programma.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •