Che fosse un uomo bizzarro Karl Lagerfeld era risaputo, ma a due giorni dalla sua parte si apre già il caso della sua eredità che a quanto pare andrebbe a finire nelle mani, o meglio nelle “zampe” della sua gatta Choupette, di razza birmana di 7 anni, dal 2011 con il direttore creativo di Chanel. “Non esiste, ancora, il matrimonio tra uomini e animali… Non avrei mai pensato che mi sarei innamorato in questo modo di una gatta”, aveva dichiarato nel 2013 Lagerfeld in un’intervista rilasciata alla CNN. E nel 2015 :”Choupette ha la sua piccola fortuna in caso mi succedesse qualcosa, è un’ereditiera. Chi si occupa di lei non sarà mai in miseria, i soldi delle fotografie nelle quali è apparsa non li prendo, li metto da parte per lei”. A questo punto l’amata micetta dello stilista tedesco  potrebbe ricevere parte dell’eredità dello stilista, che chiaramente sarebbe poi amministrata da alcune associazioni che si dovranno occupare di lei, come ad esempio la Findazuone Brigitte Bardot di cui Choupette era testimonial. 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •