Ordine e movimento oggi grazie ad un mondo sempre più globalizzato hanno sdoganato le classiche imposizioni poste dal fashion system.

L’ orologio da polso è da sempre un accessorio indispensabile nel guardaroba maschile, e oggi sono sempre più diffusi gli orologi digitali, che grazie a molte aziende vengono interpretati in maniera divertente e colorata.

Una Corona, che rappresenta il tempo, i ricordi e le passioni, è divenuta il simbolo di questo giovane brand nato dalla collaborazione tra due soci e amici: Piermaria Gnesi e Luciano Tarquini.

Queen Watch, si identifica come un orologio edonistico “Made in Tuscany”, capace con le sue tante rivisitazioni di catturare lo sguardo di molti compratori, compresi personaggi del jet-set. Un “lifestyle”, quello di Queen Watch, che attraverso la praticità, definisce uno stile.

Guardando il bracciale, non si può far a meno di non pensare al mattoncino “Lego”, infatti il concetto aziendale rispecchia un’ idea nata quasi per gioco che rivolge lo sguardo al passato.

La Riflessione come si denota dai canoni del brand, infatti è rivolta al tempo. Un’ attesa quindi per giocare, lottare, per fermarsi, per crescere e amare, ma sopratutto per pensare.

Una provocazione per dare libero sfogo alla fantasia e alla creatività, per esprimere al meglio se stessi, attraverso forme innovative.

La cura del brand in ogni singolo dettaglio, dal packaging alla distribuzione, fa si che sia posizionato accanto a brand di rinomata entità.

Queen Watch, nel 2016, ha visto numerose novità dimostrandosi un orologio per chiunque abbia un senso di stile personale, e pronto ormai per un vicino restyling per la primavera/estate ormai alle porte.

Cristiano Gassani

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •