Maria Assunta Scalzi, la secchiona vincitrice della edizione del fortunato programma di Italia 1 ( La Pupa e il secchione e viceversa ndr ) racconta come è cambiata la sua vita dalla fine del programma. 

 

Maria Assunta sei la vincitrice in carica dell’ultima edizione de La pupa e il secchione. Come è cambiata la tua vita in questo anno che è trascorso dalla tua elezione?

La mia vita effettivamente è cambiata. La pupa e il secchione è stata l’esperienza più strana e più formativa della mia vita perché mi ha fatto vedere Maria Assunta da un altro punto di vista.

A cosa ti riferisci?

Ad esempio pensavo di non essere abbastanza forte invece in quel contesto ho capito il vero valore di me stessa. Ho avuto modo di riscoprirmi ed è stato un’esperienza che mi è servita moltissimo anche perché oggi non sono più la stessa persona di quando ho partecipato al programma, e lo riscontro proprio in come oggi affronto le situazioni.

Come hai utilizzato il montepremi che hai vinto?

Il montepremi ancora non l’ho utilizzato perché avrei voluto comprare una casa nella città in cui studiavo fino allo scorso anno. Ma dopo aver concluso gli studi, mi sono trasferita in un’altra città in cui attualmente lavoro.

Mantieni ancora dei rapporti con Stefano, il pupo che ha condivido la vittoria con te?

Continuo ad avere dei contatti con Stefano perché abitiamo nella stessa città e spesso e volentieri andiamo a cena insieme, capita anche che mi fermo a dormire da lui, ma senza alcuna malizia perché siamo diventati degli ottimi amici; ho conosciuto anche la sua famiglia. Per me è come un fratello.

Con che sentimento hai guardato l’edizione attuale del reality?

La sto guardando da telespettatrice con grande entusiasmo.

Qual’è la coppia che preferisci?

La mia coppia preferita dell’attuale edizione è quella formata da Pisano e Linda, mi piacciono davvero un sacco per diversi motivi. Innanzitutto perché penso che Pisano è divertente e poi lo reputo secchione secchione secchione. Rispecchia tutte le caratteristiche che dovrebbe avere un secchione, ed io mi rivedo molto in lui. Linda invece è totalmente l’opposto, quindi è una coppia ben assortita.

Ti vedresti in altri reality show?

Non so se mi piacerebbe prendere parte ad altri reality, il mondo della TV non è quello che prospetto per il mio futuro.

Se avessi preso parte all’edizione 2021 con quale pupo avresti voluto essere in gara?

Se avessi preso parte a questa edizione avrei preferito Manuel perché è veramente divertente. Lui per certi versi mi ricorda Stefano.

Molto spesso nella televisione italiana hanno più successo le pupe, e la categoria  delle secchione ha meno rilevanza. Ti secca questa poca attenzione verso la tua categoria?

Quando si parla delle pupe della televisione italiana viene in mente immediatamente Elena Morali piuttosto che Francesca Cipriani, ma a mio parere è una cosa negativa, perchè ad esempio nella mia edizione ho vinto io che sono una secchiona, ma nonostante questo si continua a parlare sempre e solo di pupe.

Sei legata a qualcuno?

Non sono legata sentimentalmente a nessuno, sono single, ma il ragazzo che vedrei al mio fianco dovrebbe appartenere sicuramente alla categoria dei secchioni; dovrebbe avere la passione per lo studio e i miei stessi interessi.  Cerco un nerd con maglioncino e  camicia.

A Stefano non ci hai mai fatto un pensiero?

Stefano non è un ragazzo che potrebbe interessarmi come già dicevo lo scorso anno, non è il mio tipo e non mi sarei girata per strada guardarlo.

In questo momento della tua vita di cosa ti stai occupando?

Vivo e lavoro a Milano perchè sto insegnando, e proprio questo passaggio dall’altra parte della cattedra mi ha cambiato la vita, perché lo scorso anno ero una studentessa che viveva in Calabria, mentre quest’anno sono una docente che vive a Milano.

Una secchiona come te continua a formarsi?

Ancora oggi continuo a studiare, anzi se proprio devo dirlo studio anche più di prima. Acquisto molti libri di didattica per comprendere al meglio come essere un insegnante migliore.Sono una persona molto curiosa e quindi mi formo continuamente, studio anche cose che non appartengono al mio ambito. Nella mia scala di valori al primo posto c’è la salute, e poi c’è la formazione che assume un ruolo preponderante.

Continui a scrivere poesie?

Per quanto riguarda le poesie in questo periodo non sono ispirata e quindi come si definisce ho il blocco dello scrittore per via dello stress.

Ti manca la Calabria ora che vivi a Milano?

Nonostante io non viva più in Calabria io la porto nel cuore, è come una figlia che si sente legata alla madre. C’è un forte legame con questa terra infatti mi piace anche mantenere il mio accento calabrese.

SEGUI LA PAGINA INSTAGRAM DE LA PUPA E IL SECCHIONE

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •