Tutto è bene quel che finisce bene. La conduttrice televisiva di X-style, Martina Panagia, nonostante il rinvio del suo matrimonio, inizialmente fissato per il mese di maggio scorso a causa del covid-19, è riuscita a sposarsi qualche settimana fa. Parafrasando il nome della sua trasmissione, Martina si è sposata decisamente in grande stile, esattamente come aveva programmato e anticipato in una intervista rilasciata proprio alla nostra rivista subito dopo l’annullamento delle nozze di maggio.

 

Martina è stata una vera impresa, ma sei riuscita a sposarti ugualmente nel 2020. Qual è stato il momento più bello che hai vissuto il giorno del tuo matrimonio?

 

Senza dubbio quando sono entrata in Chiesa e mi sono avvicinata all’altare, con il mio futuro marito sullo sfondo. Durante la camminata, ho guardato in viso e negli occhi i miei pochi invitati (tutti parenti ed amici strettissimi) e vedevo nel loro sguardo tanta emozione. In quel momento ho percepito tutto il loro affetto e tutta la loro contentezza nel veder finalmente realizzato il nostro sogno.

 

È andato tutto esattamente come avevi immaginato?

 

A dire il vero, è andato ancora meglio. Il meteo non era per nulla favorevole  e le previsioni del tempo annunciavano un diluvio universale. Invece, inaspettatamente, abbiamo visto quella mattina splendere il sole. Così, è stato possibile fare l’aperitivo all’aperto circondati da vigneti e l’allestimento floreale di Riccardo Ciceri, così come quello del servizio Catering di Luca Grimoldi, hanno potuto risplendere nel giardino  caratteristico di Borgo San Cristoforo.

 

Sei una persona che ama curare tutto in ogni dettaglio, di cosa vai fiera dell’organizzazione de tuo matrimonio?

 

Amo così tanto curare tutto nel dettaglio che ho scelto una professionista che lo facesse per me: Barbara Colombo di Sinfonia Wedding. Assumere una Wedding Planner è stata la scelta più intelligente che potessi fare.

 

In che cosa ti ha aiutato assumere una wedding del suo calibro?

 

E’ stata fondamentale in più occasioni: in primis, quando abbiamo dovuto rimandare il matrimonio. Poi  quando, fissata una nuova data, la fotografa che sarebbe dovuta venire dall’America ci ha avvisato che per la situazione oltreoceano era impossibilitata a viaggiare. In un paio di giorni ha trovato un fotografo ed un video maker  bravissimi: Eros D’Angelo ed Ivan di Tears Wedding Film che sono riusciti a documentare alla perfezione il matrimonio, riempiendo ogni immagine di tante emozioni.

 

C’è stato qualche piccolo fun fact?

 

Si, il black out totale in Chiesa poco prima che io entrassi. Non mi sono accorta di nulla e Barbara aveva già noleggiato candele e faretti per illuminare un po’ l’ambiente. Alla fine l’effetto era ancora più romantico.

 

Quale è stata la prima cosa alla quale hai pensato appena hai pronunciato il si?

 

Fino a qualche giorno prima avevo il terrore di non riuscire a sposarmi per l’arrivo di qualche nuovo decreto (ed infatti solo la settimana dopo il numero degli invitati consentiti è stato ridotto a 20, per poi invece sospendere del tutto i festeggiamenti). Quindi la prima cosa a cui ho pensato è stata “Bene, ce l’abbiamo fatta, ci siamo sposati con accanto i nostri cari ed i nostri affetti!”

 

Adesso che tu e tuo marito vivete ufficialmente sotto lo stesso tetto cosa è cambiato?

 

Eravamo già conviventi da un paio di anni.

 

E quindi quale è il bilancio di queste prime settimane come Marito e moglie? 

 

Siamo riusciti per fortuna a fare un mini viaggio di nozze (5 giorni in Costiera Amalfitana) prima di tornare alla vita reale. Siamo innamorati e felici, abbiamo cambiato casa spostandosi in un ambiente un po’ più grande del precedente, annusando un nuovo lockdown. Per fortuna! Abbiamo fatto giusto in tempo anche a traslocare e trasferirci.

 

Flavio Iacones

 

 

Credits foto: Eros D’Angelo

Abito: Isabella Caposano

Allestimento Fiori: Riccardo Ciceri

Location: Borgo San Cristoforo

Intrattenimento: Corona Events (foto con taglio torta)

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •