Ennesimo episodio di violenza nei confronti di un inviato di Striscia la notizia. 

Si tratta di Rajae Bezzaz, aggredita in via Tiburtina a Roma con la sua troupe mentre filmava un nuovo capitolo dell’inchiesta su blocco degli sfratti e morosità.

«In Italia è stato prolungato a causa del Covid il blocco degli sfratti – racconta Rajae – che però non tutela i proprietari e permette invece ad alcuni affittuari di “approfittarsene”».

È il caso di un cittadino che, nonostante gestisca diverse pizzerie, non paga da più di un anno l’affitto. Esasperato da questa situazione, il proprietario dell’appartamento in zona San Basilio si è rivolto a Striscia, ma l’accoglienza riservata a Rajae dall’inquilino moroso è stata tutt’altro che conciliante:

«Inizialmente è scappato – continua l’inviata di Striscia –, noi gli siamo stati dietro e poco dopo sono sbucati fuori due suoi amici: ci hanno sorpreso, hanno distrutto telecamera e microfono e tirato un pugno in faccia a un operatore». Verrà sporta denuncia per i danni subìti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •