Firenze, 1 giugno 2018 – Non so voi ma io in questo periodo sono sommerso da matrimoni, comunioni, battesimi e chi ne ha più ne metta. Quello che preferisco però sono i matrimoni non perché non ami i bambini, ma perché nei matrimoni puoi eccedere salvo dress code imposti. Partiamo dal presupposto che la mia generazione è cresciuta con film “2 single a nozze”, film americano del 2005, dove due amici si “imbucavano” ai matrimoni con lo scopo di abbordare ragazze. Film come questo ispirano in maniera lecita a vestirsi in modo figo e a conquistare, o meglio “cuccare” se si è single. Ma qual è il giusto outfit? Innanzitutto dipende molto dal tipo di matrimonio, certo se fossimo invitati al matrimonio di qualche reale forse due scrupoli in più me li farei, ma per il momento non sono ancora arrivato a certi tipi d’invito. Oltre la tipologia, c’è anche il grado d’invito, ad esempio la parentela, ma anche se uno è un testimone, migliore amico ecc. Personalmente metto quasi sempre un completo blu nelle sue varie sfumature, perché oltre essere il mio colore preferito è il colore dell’eleganza, però spesso metto anche degli spezzati e magari qua sempre in una maniera elegante sbizzarrisco il mio gusto, anche con semplici accessori come la pochette. Camicia bianca (sempre!!!per me è un must), abbinata a una cravatta o papillons, ovviamente da non sembrare un pinguino, aiutano a completare il look. La giacca che sia del completo, oppure no, mi piace leggermente corta sulla manica per mettere magari in risalto dei bei gemelli, o qualche accessorio divertente oppure di lusso, senza esagerare troppo, per non rischiare di sembrare uno “zingaro” a un matrimonio “gypsy”, che poi tutto sommato sono sicuramente più divertenti di tanti pallosi dove sono andato. Cosa manca? Beh la lunghezza del pantalone, che io ho sempre portato come dice la mia nonna ad “acqua in casa”, e per fortuna la moda in questo momento mi vuol bene perché la tendenza è proprio il pantalone sopra la caviglia, che è andato a sostituire il risvoltino, sottolineo per fortuna, perché il pantalone di un completo o comunque elegante quando lo vedo in quel modo mi fa rabbrividire. Infine mancano le scarpe. Qua si può optare per un mocassino oppure una scarpa allacciata, l’importante è portarla con disinvoltura.

Insomma ragazzi non importa comprare vestiti di brand altolocati, l’importante è come si abbinano le cose, ma soprattutto come si portano.

 

di Cristiano Gassani

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •