Intervista concessa da John Vitale a Maria Vittoria Corasaniti

Intervista concessa da John  Vitale a Maria Vittoria Corasaniti

Come descriveresti l’esperienza fatta reality Adamo ed Eva?

“Premetto che io prediligo le cose innovative, quindi essendo un reality nuovo, ho ritenuto opportuno parteciparvi. È  stata sicuramente un’esperienza positivissima da parte mia, è stato un reality che inizialmente ha riscosso alcune critiche, però poi si è rivelato un boom di ascolti televisivi, da quanto emerge dalle statistiche. Evidentemente ha sollecitato la curiosità del pubblico a casa, come per ogni programma ci sono gli aspetti positivi e quelli negativi, c’è chi è a favore e chi a sfavore, alla fine conta comunque il risultato.”

Quindi possiamo affermare che l’Italia è pronta per un reality di questo tipo?

“Precisiamo che l’Italia è sempre 10-20 anni indietro, siamo arrivati in ritardo all’emancipazione, all’apertura mentale.  Il reality Adamo ed Eva è  andate in onda già da tempo in molti altri paesi del mondo, sono già alla seconda edizione, e non è avvenuto tutto questo scandalo come qui in Italia. Certo un po’ è imbarazzante, ma come per ogni reality, come per ogni altro lavoro, ci vuole il personaggio giusto, ad esempio io mi sentivo a mio agio. Hanno fatto molti casting prima di decidere i protagonisti, occorre che scatti dentro quella molla che ti fa dire ok mi metto in gioco.”

Cosa porti con te di quest’esperienza?

“L’ho vissuta come una vacanza, è stata una bella avventura, molto diversa dalle altre, io sono un tipo che ha sempre viaggiato. Sono amante delle cose nuove, visitare posti nuovi, e stare 12 giorni su un’isola deserta bellissima, inoltre nudo, sicuramente mi ha segnato. Un’esperienza indimenticabile, da rifare altre mille volte se mi venisse proposto. Per me il reality è stata una strada nuova, che ha compensato il mio lavoro già avviato nel mondo televisivo, perché comunque io ho già preso parte ad alcune scene di film, ho fatto serate. Io sono un modello, e mi ha aperto ancora di più alcune strade lavorative, ho avuto molti impegni dopo il reality, tra serate, ospitate, quindi non è stato per niente inutile parteciparvi.”

In un’intervista rilasciata al Vicolo delle News hai affermato che Irene non era il tuo tipo di donna, inoltre hai lasciato intendere che tra voi c’è stato qualcosa. A questo punto, come dice Marzullo, la domanda nasce spontanea, come hai fatto a lasciarti andare visto che non c’era interesse e nessun coinvolgimento da parte tua?

“Durante il reality sono andato fino in fondo con Irene, perché  innanzitutto non amo perdere le sfide, quindi l’avversario mi ha costretto a metterlo sul piano della competizione, del confronto, alla fine ne sono uscito vincente.”

Una persona la puoi definire una sfida?

“No assolutamente no.”

E allora?

“È nata una grande amicizia,  pur non essendo il mio prototipo di donna ideale, questo non implica il fatto ci possa essere un rapporto amichevole.”

Con un’amica non si va oltre come hai lasciato intendere…

“Io ho lasciato intendere, ma non ho detto che sono andato oltre. Il bello della diretta è anche questo, lasciare le persone con il dubbio.”

I fans chiedono chiarezza ,ed è giusto farlo perché comunque vi hanno seguiti in tv, è nata una storia tra di voi?

“No, all’inizio lei ha tentato di far nascere qualcosa di più di un’amicizia, però io non amo illudere le persone, quindi le ho fatto capire che non c’era interesse da parte mia. Ci siamo rivisti, ma ripeto tra noi c’è solo amicizia.”

Allora di lei non ti ha colpito niente?

“Dire che non mi ha colpito nulla no, mi è piaciuta la sua semplicità, la  sua gentilezza.”

La prima cosa che hai pensato appena approdato sull’isola?

 “A dir la verità mi sentivo il padrone, sentivo un totale senso di libertà, non solo dagli abiti, ma anche dal telefono, la tecnologia, la routine, ecc…”

Quindi nessun tipo di vergogna?

“Per niente, perché avere vergogna di se stessi? Vergogna è altro, non è mostrarsi nudi.”

Secondo te come mai il reality è riuscito ad ottenere questo successo?

“E’ stato seguito proprio come ti dicevo prima innanzitutto per la curiosità, poi credo che Vladimir sia un personaggio abbastanza seguito, è molto amata dagli italiani, io ho avuto modo di conoscerla un paio di anni fa, prima del reality, ed è sempre stata una persona eccezionale.”

Sempre nell’intervista rilasciata al Vicolo delle News, hai dichiarato che non ti piace il programma Uomini e Donne, come mai?

“Sono sempre stato un po’ contrario al programma Uomini e Donne, poiché vi partecipano tutti, è facile arrivarci, mi è stato proposto molte volte ed ho sempre rifiutato. Io prediligo le cose particolari, nel corso degli anni ho portato avanti sempre questo pensiero. Ho sempre selezionato i miei lavori, fatto poche cose ma buone nel mondo dello spettacolo, ed ho sempre lasciato il segno. Non ho fatto Uomini e Donne, ho partecipato ad un solo concorso di bellezza, ossia a Mister Italia, ed è stato l’unico, mi sono tolto qualche soddisfazione e basta, non mi sono sottoposto a tanti altri concorsi. Questo vale anche per la televisione, appunto come ti dicevo prima, ho scelto di fare Adamo ed Eva perché era la prima edizione in Italia, quindi era una novità. Se dovessi ricevere una proposta dal Grande Fratello ti dico che ci penserei due volte, sempre per la stessa teoria, perché ci sono state troppe edizioni, forse parteciperei ma prima ci rifletterei su.”

Svolgi ancora il lavoro da spogliarellista?

 “Si purtroppo si”

Perché purtroppo?

“Lo spogliarellista non è visto come un lavoro, così pulito non so il perché”.

Rispetto al reality Adamo ed Eva è più casto…

“Dipende dal tipo di spogliarello che si fa, se integrale o meno”.

Hai fatto anche quelli totalmente nudo senza intimo?

“Si è capitato, mi è stato richiesto e l’ho fatto.”

Cosa provi durante gli spogliarelli?

“In quel momento per me si tratta di lavoro, è un ballo, un’esibizione, mentre la donna aspetta che io mi spoglio, perché a volte sono desiderose di toccarmi, io metto in atto quello che ho imparato. Non penso alla malizia delle donne, io mi concentro solo sui passi di danza che devo fare, perché alla fine è danza, passi di hip hop, break dance.”

Cosa ti ha regalato il reality in termini lavorativi?

“Mi ha aperto nuove strade, ho fatto serate, insomma un qualcosa da aggiungere al curriculum”

Progetti futuri?

La recitazione, ed inoltre continuerò a collaborare con l’attrice Gegia Antonaci, nei suoi progetti teatrali, con lei ho già lavorato in una campagna pubblicitaria contro la violenza sulle donne.”

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Starpeoplenews è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Amazon.it