Nelle eclettiche sale dell’Opéra Garnier di Parigi ha debuttato Kris Van Assche, in questa Fashion Week 2019, alla direzione artistica di Berluti, la maison parigina, oggi di proprietà del gruppo Lvmh.
Lo stilista belga è approdato in Berluti dopo aver lasciato casa Dior, dove era il responsabile creativo del prêt-à-porter uomo, contribuendo allo sviluppo dello streetwear e dello sportswear,

Con questa sfilata, Kris Van Assche è stato molto rispettoso della storia di Berluti e del suo patrimonio di grande calzaturiere di lusso francese. Come altri marchi, il logo è stato rivisitato, con un carattere semplice e pulito.

Lo stilista belga ha dichiarato:
“Si tratta di raggiungere il cliente attuale, di far conoscere il nostro stile e il nostro know-how, di costruire dei ponti e di promuovere la tecnicità dei nostri prodotti presso i nostri nuovi clienti, più o meno giovani. Una collezione all’avanguardia, le cui influenze “fashion” non significano che non possa essere “di lusso”; tale è stata la sfida affrontata con questa collezione”,

Tra i look più brillanti troviamo un blazer monopetto in pelle marrone e pantaloni abbinati che comprendevano una scollatura a zip sull’orlo, creando alcune linee nette per bilanciare la morbidezza dei materiali.
Molto particolari anche i pantaloni in stile motocross, con la data della fondazione di Berluti, 1895, impreziositi con un tocco di logomania, che risale al fianco del gamba.

Di seguito, i look più apprezzati dalla redazione di Starpeoplenews!

 

Alberto Guardabasso

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •