Lo stadio colorato da un’infinità di cartoncini giallo rossi e in sottofondo la musica de Il Gladiatore. È iniziata così la festa di addio al calcio di Francesco Totti capitano indiscusso della Roma. Al termine della partita e davanti a 65 mila persone il giro del campo e poi un abbraccio tra le lacrime a Ilary e ai suoi tre figli Christian Chanel e Isabel. Il campo anche James Pallotta, presidente della Roma, che ha consegnato a Totti una targa commemorativa. Dopo il capitano ha autografato un pallone e l ha calciato verso la curva sud. Ha scritto una lettera al popolo romano che lo ha sempre sostenuto. Li ha ringraziati per il loro appoggio, per la loro presenza. Ha chiesto scusa, lui di poche parole, per il silenzio delle ultime settimane. Sua la frase: “starei con voi altri 25 anni, ma il tempo non vuole. Maledetto tempo”. Ora Totti scenderà le scale, verso quello spogliatoio che lo ha visto entrare bambino e lo vede uscire Uomo.

Condividi