Serena Williams è la numero due al mondo, è stata in cima alla classifica per molto tempo e oggi è una delle atlete più pagate del mondo e la tennista più ricca di sempre. L’eliminazione alle ultime Olimpiadi di Rio è stata una delusione, perché a lei piace vincere sempre. Anche perché sa che, quando è sul campo, rappresenta qualcosa che è molto più grande di lei. E questo le dà una marcia in più.
Protagonista della cover e del servizio moda di Grazia, Serena ha partecipato al video Sorry dell’album Lemonade di Beyoncé e qui racconta com’è stato lavorare con l’artista: «A dire la verità è stato massacrante, ma lo rifarei di nuovo. Beyoncé è una persona deliziosa e voleva che in Lemonade collaborassero con lei tante persone diverse, ma tutte in grado di ispirare gli altri. Dice di avermi scelto perché sono un simbolo di forza morale e fisica. Una ragazza che, come ha scritto la poetessa Maya Angelou nella poesia Still I Rise, si rialza sempre di fronte a qualsiasi difficoltà. E poi adoro ballare, è il mio allenamento quotidiano preferito».
A proposito delle elezioni di novembre in America Williams dichiara al magazine: «Di solito non mi esprimo su questioni politiche, ma credo che nessuno voglia un presidente che semina odio contro chi non è americano. In un Paese che è stato costruito da persone che provengono da tantissime nazionalità diverse sarebbe una contraddizione enorme».

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •