Adriano galli attore hard film cinema fiction conduttore Valentina Liotti

Adriano galli attore hard film cinema fiction conduttore  Valentina Liotti Adriano come ti definisci?
Attore hard, stuntman, strip man, caratterista. Sono stato intervistato dal 1990 al 2000 da tutti i talk show e programmi di varietà delle più importanti rete televisive e di praticamente tutte le reti private. Sono stato conduttore di “Red live show ” andati in onda per 3 anni consecutivi per circuito Italia 7, Italia8, Italia 9.
Quali sono i tuoi primati?
Testimonial del primo ”My sex” al forum di Assago, ruolo ricoperto per 6 anni, presentatore e testimonial “Eotica tour” (tour erotico svolto per 3 anni consecutivi in tutta Italia)etc…
Ho persino tenuto un corso per i sessuologi all’università di Torino
Quanti film hai interpretato?
Ho lavorato in 700 film hard, ed ho presentato decine di fiere
La tua carriera è costellata solo da film hard?
No, anzi, ho fatto tantissime comparsate in altri film.
Oggi cosa ti piacerebbe fare?
Vorrei rientrare nel mondo dello spettacolo perché penso di avere una grande esperienza, e mi piacerebbe fare il caratterista per film, fiction. Anche s il mio grande sogno sarebbe fare l’opinionista sessuale perché penso di saperne più di un sessuologo (tenete presente che ho gestito per 10 anni un club privè a Milano, e per 5 anni un night con lap-dance), quindi mi ritengo quasi un piccolo guru del sesso. Tra l’altro ho una buona preparazione atletica visto che lavoro da 15 anni in un palestra come istruttore di jet kune-do,perciò potrei far anche lo stuntman o la controfigura.
Quale è l’occasione della tua vita che ritieni di aver perso?
Michele Placido nel 2008 mi chiamò per fare una parte importante nel film “Il fiore del male”, ma siccome avevo dei piccolissimi precedenti penali non potetti fare le riprese perché la mia parte avrebbe dovuto svolgersi nel carcere di Rebibbia e San Vittore, e i pregiudicati non possono entrarvi. Persi così 16 giorni di lavoro, e mi lasciai andare così tanto che caddi in depressione e abusai di alcol. A causa di questo mi trovarono una cirrosi epatica, calcoli ai reni, calcoli alla cistifellea e alla colecisti, la milza ingrossata. Questa condizione di salute mi portò ad abbandonare le scene e iniziai a curarmi con la macrobiotica, yoga e il do-in. Da giugno 2015 ho ricominciato con l’aiuto della mia compagna, Valentina Liotti, e di Armando Piti (un grande regista) realizzando contributi video, ho iniziato una collaborazione con Roby Sesana, sono opinionista nel salotto musicale di Speakeasy per Telemilano, condotto da Angelo Matteocci. Ho partecipato al cortometraggio “La statura dello stato” e alla fiction “Il paradiso delle donne”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •