West portato d’urgenza in ospedale. Ma qualcuno pensa che il problema sia… Donald Trump.
Il rapper e marito di Kim Kardashian, Kanye West, è stato ricoverato all’UCLA Medical Center di Los Angeles e ha cancellato le 21 date del suo tour. Secondo la comunicazione ufficiale Kanye avrebbe avuto un crollo psicologico e fisico dovuto ad un momento di estremo stress per la sua vita privata e professionale.
In effetti negli ultimi giorni il rapper è stato al centro di alcuni polveroni mediatici. In particolare nel concerto di San Jose West aveva annunciato il suo sostegno a Donald Trump ed era stato letteralmente travolto dai fischi del suo pubblico.
Il rapper aveva poi interrotto la sua esibizione a Sacramento dopo appena due canzoni, cosa che aveva destato non poco clamore. In una sorta di sfogo pubblico si era scagliato prima con i social network e i motori di ricerca per i presunti condizionamenti sul voto presidenziale negli Stati Uniti, poi aveva mosso critiche pesanti nei confronti dei colleghi Jay-Z e Beyoncé.
Il sito TMZ racconta che West sarebbe stato anche sottoposto a indagini psichiatriche dopo il ricovero avvenuto a seguito della chiamata al pronto soccorso da parte del suo preparatore atletico. In un primo tempo era anche trapelata la notizia di sue resistenze nei confronti del personale giunto a soccorrerlo. Indiscrezione poi negata da alcuni siti web.
Se dalla sua famiglia e dal suo ufficio stampa la spiegazione ufficiale di questo ricovero e della cancellazione del tour è dovuta alla stanchezza di Kanye per le sue performance degli ultimi mesi, i più maligni ipotizzano invece che sia una scusa per arginare l’ondata di polemiche e critiche che si è scatenata dopo il suo annuncio pro Trump.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •