BRITNEY SPEARS HA CHIESTO L’ARRESTO DEL PADRE

Tommaso Zorzi rispetto a Britney Spears ha detto:

“Tredici anni fa è stata interdetta dallo stato della California, considerata una persona incapace di intendere e di volere, questo per volere del padre che facendo così ha avuto l’amministrazione unica su tutti i suoi conti e su tutti i suoi impegni. Per tredici anni lei ha dovuto avere il permesso scritto del padre anche per uscire di casa. Ora, mercoledì Britney Spears è stata ascoltata da un giudice a Los Angeles e ha chiesto l’arresto del padre definendo la sua condizione una condizione di schiavitù perché lei per tredici anni è stata costretta a lavorare 12 ore al giorno, 7 giorni a settimana, sotto minaccia che se non lo avesse fatto le avrebbero tolto la custodia dei figli. E’ una storia terribile.

Inoltre il padre si beccava una stecca di quasi mezzo milione di dollari per amministrare le finanze della figlia, anche se è stato lo Stato a imporglielo. E la cosa più brutta di tutte è che lei avrebbe voluto avere altri figli, ma il padre le ha fatto mettere dal medico una spirale e lei non ha mai potuto rimanere incinta.

Si è mobilitato il mondo e speriamo che ora si riesca a risolvere in qualche modo questa situazione”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •